WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Natrix maura


Non ApplicabileCarente di DatiLCQuasi MinacciataVulnerabileIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAREPTILIASQUAMATACOLUBRIDAE

Nome scientificoNatrix maura
Descrittore(Linnaeus, 1758)
Nome comuneNATRICE VIPERINA
Note tassonomicheGuiking et al. (2002) e Joger (in stampa) mostrano l' esistenza di tre differenti gruppi genetici, uno in Europa, uno in Marocco, il terzo in Tunisia e Sardegna.

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Minor Preoccupazione (LC)
Anno di pubblicazione 2013
AutoriFranco Andreone, Claudia Corti, Francesco Ficetola, Edoardo Razzetti, Antonio Romano, Roberto Sindaco
RevisoriUZI, SHI
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleValutata specie a Minor Preoccupazione (LC) per la sua ampia distribuzione, per la popolazione presumibilmente numerosa e perché è poco probabile che la specie sia in declino abbastanza rapido per rientrare in una categoria di minaccia.

Areale Geografico

DistribuzioneDistribuita in Europa dal Portogallo al nordovest dell' Italia (Piemonte meridionale, Liguria, Oltrepò Pavese, Province di Piacenza e Parma) e in nord Africa dal Marocco alla Libia. In Italia è presente anche in Sardegna. Si trova dal livello del mare fino a oltre 750 m di quota (A. Gentilli & S. Scali in Sindaco et al. 2006). Le popolazioni sarde sono geneticamente affini a quelle tunisine e potrebbero essere di antica introduzione.

Popolazione

PopolazioneSpecie estremamente comune e stabile ad eccezione delle popolazioni della pianura padana, all'estremo settentrionale dell'areale, e di alcune popolazioni della Liguria che vivono in ambienti soggetti a notevole pressione antropica (A. Gentilli & S. Scali in Sindaco et al. 2006).
Tendenza della popolazioneStabile

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaDiurna, si trova in genere in prossimità di corsi e corpi d' acqua spesso in prati o boschi aperti. Talvolta anche in prossimità di acqua salmastra (Corti et al 2010).
AmbienteTerrestre
Altitudine
(metri sopra il livello del mare)
Max: 750 m


Minacce

Principali minacceInquinamento dell'acqua, specialmente perché questo causa una diminuzione dei pesci di cui si nutre, e canalizzazione dei corsi d' acqua (Cox e Temple 2009).

Misure di conservazione

Misure di conservazioneElencata in appendice III della Convenzione di Berna e presente in numerose aree protette (Cox e Temple 2009).

Bibliografia

Corti, C., Capula, M., Luiselli, L., Razzetti, E., Sindaco, R. (2010), Fauna d'Italia, Reptilia Calderini, Bologna

Cox, N.A. e Temple, H.J. (2009), European Red List of Reptiles. Office for Official Publications of the European Communities., Luxembourg

Guicking, D., Joger, U., Wink, M. (2008), Molecular phylogeography of the viperine snake Natrix maura (Serpentes : Colubridae): Evidence for strong intraspecific differentiation. Organisms Diversity & Evolution n.8 pp. 130-145

Sindaco, R., Doria, G., Razzetti, E. & Bernini, F. (2006), Atlante degli anfibi e rettili d'Italia Societas Herpetologica Italica, Edizioni Polistampa, Firenze


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)