WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Pteroeides spinosum


Non ApplicabileDDMinor PreoccupazioneQuasi MinacciataVulnerabileIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACNIDARIAANTHOZOAPENNATULACEAPENNATULIDAE

Nome scientificoPteroeides spinosum
Descrittore(Ellis, 1764)

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Carente di Dati (DD)
Anno di pubblicazione 2014
AutoriMarzia Bo, Carlo Cerrano, Giuseppe Corriero, Giorgio Bavestrello, Eva Salvati, Roberto Sandulli
RevisoriLeonardo Tunesi
CompilatoriEva Salvati, Marzia Bo, Carlo Rondinini, Alessia Battistoni, Corrado Teofili
RazionaleLa specie è valutata Carente di Dati (DD) perché non si hanno a disposizione dati recenti sull'abbondanza e la tendenza delle popolazioni.

Areale Geografico

DistribuzioneSpecie segnalata in Mar Ligure, Tirreno, Ionio, Alto e Medio Adriatico. Segnalata anche nel Canale di Sicilia.

Popolazione

PopolazioneNon si esclude che la specie in passato sia stata abbondante su fondali detritici sfruttati dalla pesca. Recentemente è stata descritta una popolazione con densità di 10col/m2, nella parte meridionale dello stretto di Messina, lungo le coste siciliane.
Tendenza della popolazioneUnknown

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaSia solitaria che in praterie. Vive solitamente su fondi mobili, soprattutto a granulometria fine, al di sotto dei 30 m di profondità. Rinvenuta anche nel maerl e nel detrito organogeno. Raggiunge i 30 cm di altezza. Limitate capacità di spostamento.
AmbienteMarino
Profondità
(metri sotto il livello del mare)
Min: 30 m
Max: 160 m


Minacce

Principali minacceConsiderate le sue dimensioni, è probabile che questa specie possa essere accidentalmente impattata da attività di pesca.

Misure di conservazione

Misure di conservazioneNon valutabile.

Bibliografia

Aguilar, R., Pastor, X., García, S., & Marín, P. (2013), Importance of seamount-like features for conserving mediterranean marine habitats and threatened species. OCEANA

Betti, F. (2013), Fiori Sott'acqua – Gli antozoi dell'Area Marina Protetta "Isola di Bergeggi". Editoriale Darsena Savona pp. 1-112

Brafield, A. E. (1969), Water movements in the pennatulid coelenterate Pteroides griseum. Journal of Zoology n.(3) pp. 317-325

Mangano, M. C., Kaiser, M. J., Porporato, E. M., & Spanò, N. (2013), Evidence of trawl disturbance on mega-epibenthic communities in the Southern Tyrrhenian Sea. Marine Ecology Progress Series pp. 101-117

Porporato, E. M., Mangano, M. C., De Domenico, F., Giacobbe, S., & Spanò, N. (2014), First observation of Pteroeides spinosum (Anthozoa: Octocorallia) fields in a Sicilian coastal zone (Central Mediterranean Sea). Marine Biodiversity pp. 1-4

Sánchez, P., Demestre, M., & Martin, P. (2004), Characterisation of the discards generated by bottom trawling in the northwestern Mediterranean. Fisheries Research n.(1) pp. 71-80

Vafidis, D., Koukouras, A., & Voultsiadou-Koukoura, E. (1994), Octocoral fauna of the Aegean Sea with a check list of the Mediterranean species: new information, faunal comparisons. In Annales de l'Institut oceanographique, Paris. Nouvelle serie. Paris n.2 pp. 217-229

Williams, G. C. (1995), Living genera of sea pens (Coelenterata: Octocorallia: Pennatulacea): illustrated key and synopses. Zoological Journal of the Linnean Society n.(2) pp. 93-140


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)