WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Green List

Cosa sono le Green List delle Aree protette

La Green List IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) è il primo standard globale per la valutazione delle Aree Protette. La Green List, il cui percorso è iniziato anche in Italia, rappresenta un approccio di gestione ed un programma di certificazione delle aree protette al fine di valorizzare la gestione efficace ed efficiente del capitale naturale.
Attualmente la Green List della IUCN conta 46 aree protette in 14 paesi in tutto il mondo. Lo scopo è quello di offrire un riconoscimento a quelle che effettivamente risultano le migliori in termini di conservazione naturalistica e gestione sostenibile.

Per la prima volta, accanto a un obiettivo quantitativo sulla superficie e sulla rappresentatività dei parchi, si individua uno strumento valido su scala globale per misurare l'efficacia di gestione delle aree protette. La Green Listo of Protected Areas (GLPA) nasce dalla raccomandazione n. 18 del V Congresso mondiale sulle aree protette (2003) e attraverso passaggi successivi come il Congresso mondiale della IUCN, svoltosi in Corea (Jeju, 2012) e una fase sperimentale alla quale ha partecipato anche l'Italia con il contributo di Federparchi. Dal congresso mondiale dei parchi di Sidney del 2014 si è arrivati lo scorso anno allo standard definitivo che a settembre 2019, grazie anche al contributo del Ministero dell'Ambiente italiano e al lavoro di Federparchi, ha visto l'approvazione della versione per le aree protette italiane.

Le Aree protette possono aderire volontariamente alla Green List impegnandosi al raggiungimento degli standard gestionali individuati dalla IUCN che si fondano su quattro pilastri: governance, programmazione, management e risultati di conservazione.
Le aree protette che decidono di avviare la procedura di adesione alla Green List hanno un massimo di cinque anni di tempo per raggiungere gli standard richiesti per ottenere la certificazione che, a sua volta, vale per cinque anni.
L'IUCN ha elaborato uno specifico standard (Green List Global Standard) per la corretta applicazione della Green List alla scala delle diverse Nazioni ed Aree Protette e che, per una coerente ed omogenea applicazione in ogni contesto gestionale e geografico, può essere leggermente adattato alle esigenze locali. Lo Standard è composto da una serie di parametri qualitativi atti a migliorare e misurare le performance delle Aree Protette al fine di raggiungere elevati obiettivi di conservazione.
Le quattro aree tematiche dei global standard si possono racchiudere in questa immagine che illustra come la combinazione di tre fattori - buona governance, management efficace e programmazione - determinano il raggiungimento degli obiettivi di conservazione del capitale naturale.