WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Speleomantes genei


Non ApplicabileCarente di DatiMinor PreoccupazioneQuasi MinacciataVUIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAAMPHIBIACAUDATAPLETHODONTIDAE

Nome scientificoSpeleomantes genei
Descrittore(Temminck & Schlegel, 1838)
Nome comuneGEOTRITONE DI Gené

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Vulnerabile (VU) B1ab(iii)
Anno di pubblicazione 2013
AutoriFranco Andreone, Claudia Corti, Francesco Ficetola, Edoardo Razzetti, Antonio Romano, Roberto Sindaco
RevisoriUZI, SHI
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleValutata Vulnerabile (VU) perché il suo areale geografico è minore di 20000 km2, le popolazioni sono frammentate e alcuni dati storici di presenza non sono stati riconfermati; sussiste un declino continuo dell'estensione e della qualità del suo habitat principalmente a causa della chiusura con muratura di cave artificiali/miniere.

Areale Geografico

DistribuzioneEndemismo italiano presente esclusivamente in Sardegna sud-occidentale (regione del Sulcis-Iglesiente). Probabilmente trattasi di un complesso di due sottospecie. Specie distribuita dal livello del mare fino a oltre 600 m di quota ( Lanza, Pastorelli, Laghi & Cimmaruta, in Lanza et al. 2007).

Popolazione

PopolazioneGeneralmente comune dove presente, meno comune nell' area di Carbonia-Barbusi-Monte Tasua (Lanza, Pastorelli, Laghi & Cimmaruta, in Lanza et al. 2007).
Tendenza della popolazioneIn declino

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaPresente in ambienti umidi e rocciosi incluse caverne e crepacci (rifugi estivi), e in aree boscate in vicinanza di fiumi. Frequenta abitualmente cavità artificiali (miniere abbandonate). La deposizione delle uova avviene a terra (Lanza et al. 2007).
AmbienteTerrestre
Altitudine
(metri sopra il livello del mare)
Max: 800 m
Min: 8 m


Minacce

Principali minacceLocalmente minacciata dalla perdita di habitat idoneo cagionato dalle diverse attività umane (Lanza, Pastorelli, Laghi & Cimmaruta, in Lanza et al. 2007). In alcuni siti principalmente dalla chiusura con muratura delle gallerie artificiali/miniere.

Misure di conservazione

Misure di conservazioneElencata in appendice II, IV della direttiva Habitat (92/43/CEE) e nell' appendice II della Convenzione di Berna. Presente in almeno 4 aree protette (Temple & Cox 2009).

Bibliografia

Carranza, S., Romano, A., Arnold, E.N. and Sotgiu, G. (2007), Biogeography and evolution of European cave salamanders, Hydromantes (Urodela: Plethodontidae), inferred from mtDNA sequences. Journal of Biogeography

Chiari, Y., van der Meijden, A., Mucedda, M., Lourenço, J.M., Hochkirch, A., et al. (2012), Phylogeography of Sardinian Cave Salamanders (Genus Hydromantes) Is Mainly Determined by Geomorphology. PLoS ONE n.7(3)

Lanza, B., Caputo, V., Nascetti, G. & Bullini, L. (1995), Morphologic and genetic studies of the European plethodontid salamanders: taxonomic inferences (genus Hydromantes). (Vol Monografie XVI). Museo Regionale di Scienze Naturali, Torino

Temple, H.J. E Cox, N.A (2009), European Red List of Amphibians. Office for Official Publications of the European Communities., Luxembourg


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)