WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Ciconia nigra


Non ApplicabileCarente di DatiMinor PreoccupazioneQuasi MinacciataVUIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAAVESCICONIIFORMESCICONIIDAE

Nome scientificoCiconia nigra
Descrittore(Linnaeus, 1758)
Nome comuneCicogna nera

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Vulnerabile (VU) D
Anno di pubblicazione 2012
AutoriValentina Peronace, Jacopo G. Cecere, Marco Gustin, Carlo Rondinini
RevisoriAlessandro Andreotti, Nicola Baccetti, Pierandrea Brichetti, Lorenzo Fornasari, Bruno Massa, Sergio Nissardi, Lorenzo Serra, Fernando Spina, Guido Tellini Florenzano
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleLa specie in Italia è in fase di immigrazione recente e attualmente nidifica in Piemonte e in Basilicata (Brichetti & Fracasso 2003, Bordignon et al. 2007). L'areale (AOO, criterio B2) attuale della popolazione italiana è di piccole dimensioni (1758 km², Boitani et al. 2002) e il numero di individui maturi è stimato in 10-18 (5 coppie nel 2006 e 9 nel 2007, Bordignon et al. 2007) e risulta in incremento. Date le ridotte dimensioni della popolazione, la specie in Italia verrebbe classificata In Pericolo Critico (CR) secondo il criterio D (meno di 50 individui maturi). Nonostante la presenza di minacce (uccisioni illegali), è altamente probabile che l'incremento della specie in Italia sia ancora dovuto all'immigrazione da fuori regione e che questo continui anche nel prossimo futuro (in quanto la specie è stabile o in aumento in buona parte del suo areale europeo, BirdLife International 2004), sebbene il fenomeno necessiti di ulteriori approfondimenti. Per questi motivi nella valutazione finale la specie è stata declassata a Vulnerabile (VU).

Areale Geografico

DistribuzioneSpecie migratrice nidificante estiva di recente immigrazione in Piemonte, Basilicata.

Popolazione

PopolazionePrimo caso di nidificazione in Piemonte nel 1994 (Brichetti & Fracasso 2003). Stimate in Piemonte e Basilicata 5 cp nel 2006, e 9 cp nel 2007 (Bordignon et al. 2007).
Tendenza della popolazioneIn aumento

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaIn Piemonte nidifica in zone boscate collinari confinanti con aree aperte umide, in Basilicata nidifica su pareti rocciose presso corsi d'acqua (Brichetti & Fracasso 2003).
AmbienteTerrestre

Minacce

Principali minacceTrasformazione e frammentazione dell'habitat di nidificazione e alimentazione. Disturbo antropico e uccisioni illegali.

Misure di conservazione

Misure di conservazioneElencata in Allegato I della Direttiva Uccelli (79/409/CEE). Specie oggetto di tutela secondo l'Articolo 2 della Legge 157/92.

Bibliografia

BirdLife International (2004), Birds in Europe: population estimates, trends and conservation status.

Boitani, L., Corsi, F., Falcucci, A., Maiorano, L., Marzetti, I., Masi, M., Montemaggiori, A., Ottaviani, D., Reggiani, G., & Rondinini, C. (2002), Rete Ecologica Nazionale. Un approccio alla conservazione dei vertebrati italiani Università di Roma "La Sapienza", Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo; Ministero dell'Ambiente, Direzione per la Conservazione della Natura. Istituto di Ecologia Applicata, Roma

Bordignon L., Brunelli M. & Visceglia M. (2007), Nuovi dati sulla nidificazione della cicogna nera in Italia Alula, XIV: 124-125

Brichetti, P. and Fracasso, G. (2003), Ornitologia italiana - Gavidae-Falconidae Alberto Perdisa Editore, Bologna


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)