WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Salamandra atra ssp. aurorae


Non ApplicabileCarente di DatiMinor PreoccupazioneQuasi MinacciataVUIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAAMPHIBIACAUDATASALAMANDRIDAE

Nome scientificoSalamandra atra ssp. aurorae
DescrittoreTrevisan, 1982
Nome comuneSALAMANDRA ALPINA
Note tassonomicheQuesta sottospecie si distingue da quella nominale per la colorazione dorsale ampiamente maculata di giallo (Lanza et al. 2007).

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Vulnerabile (VU) D2
Anno di pubblicazione 2013
AutoriFranco Andreone, Lucio Bonato, Claudia Corti, Francesco Ficetola, Edoardo Razzetti, Enrico Romanazzi, Antonio Romano, Roberto Sindaco
RevisoriUZI, SHI
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleValutata Vulnerabile (VU) per il criterio D2 in quanto l'areale effettivamente occupato è <20 km2 e perché è minacciata dalla gestione forestale che negli ultimi anni ha comportato un uso massiccio di mezzi meccanici con l'effetto di compattare il suolo e eliminarne cavità e rifugi potenziali.

Areale Geografico

DistribuzioneTaxon endemico dell' Italia distribuita in una ristretta area per lo più in Veneto e in parte in Trentino (L. Bonato & G. Fracasso in Sindaco et al 2006, Beukema, W. & P. Brakels 2008).

Popolazione

PopolazionePopolazioni molto localizzate, apparentemente disgiunte, e probabilmente in diminuzione in tempi recenti (L. Bonato & G. Fracasso in Sindaco et al. 2006).
Tendenza della popolazioneIn declino

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaSi rinviene in boschi maturi di latifoglie e in boschi misti con presenza prevalente di Faggio e Abete bianco e abbondanza di rocce e legno morto al suolo. Non associata all'acqua (L. Bonato & G. Fracasso in Sindaco et al 2006). .
AmbienteTerrestre

Minacce

Principali minacceLa sottospecie è minacciata da una modalità di gestione forestale che finora non ha tenuto conto delle esigenze di conservazione di questo taxon. In particolare, le operazioni di esbosto sono state condotte anche in tempi recenti all'interno delle aree di presenza note del taxon, mediante uso di mezzi cingolati anche al di fuori delle piste forestali e durante la stagione di attività superficiale degli animali, con l'effetto di compattare il suolo e eliminarne cavità e rifugi potenziali (rendendolo quindi inadatto agli animali). Inoltre,vi è la raccolta illegale di individui per il collezionismo (terraristica).

Misure di conservazione

Misure di conservazioneElencata tra gli anfibi a priorità di conservazione a livello comunitario e in appendice II e IV della direttiva Habitat (92/43/CEE). Presente nel sito Natura 2000 "Altopiano dei Sette Comuni". Valutata Vulnerable (VU) nella Lista Rossa degli anfibi e rettili del Veneto (Regional assessment based on IUCN procedure; Bonato et al. 2007).

Bibliografia

Beukema, W., Brakels, P. (2008), Discovery of Salamandra atra aurorae (Trevisan, 1982) on the Altopiano di Vezzena, Trentino (Northeastern Italy). Acta Herpetologica n.3(1): pp. 77-81

Bonato, L. (2000), A new interesting population of Alpine salamander (Salamandra atra) in the Venetian Prealps Bollettino del Museo Civico di Storia Naturale di Venezia pp. 231-237

Bonato, L. (2001), La Salamandra alpina Salamandra atra Laurenti, 1768 sulle Prealpi Venete. Primo anno di un progetto di indagine intermuseale. In: Bon M., Scarton F. (red.), Atti 3° Convegno Faunisti Veneti.Associazione Faunisti Veneti, Boll. Mus. Civ. St. Nat., Venezia pp. 124-127

Bonato, L. and Fracasso, G. (1998), Aspetti morfologici di una popolazione di Salamandra atra aurorae: risultati preliminari Bollettino del Museo Civico di Storia Naturale di Venezia pp. 31-35

Bonato, L. and Grossenbacher, K. (2000), On the distribution and chromatic differentiation of the Alpine salamander Salamandra atra Laurenti, 1768, between Val Lagarina and Val Sugana (Venetian Prealps): an updated review (Urodela: Salamandridae) Herpetozoa pp. 171-180

Bonato, L., Fracasso, G., Pollo, R., Richard, J. & Semenzato, M. (eds) (2007), Atlante degli Anfibi e dei Rettili del Veneto. Nuovadimensione Ed.Associazione Faunisti Veneti,, Portoguaro (VE) pp. 240

Bonato, L., Steinfartz, S. (2005), Evolution of the melanistic colour in the Alpine salamander Salamandra atra as revealed by a new subspecies from the Venetian Prealps. Italian Journal of Zoology n.72 pp. 253-260

Lanza, B., Andreone, F., Bologna, M.A., Corti, C., Razzetti, E. (2007), Fauna d'Italia, Amphibia Calderini, Bologna

Sindaco, R., Doria, G., Razzetti, E. & Bernini, F. (2006), Atlante degli anfibi e rettili d'Italia Societas Herpetologica Italica, Edizioni Polistampa, Firenze

Temple, H.J. E Cox, N.A (2009), European Red List of Amphibians. Office for Official Publications of the European Communities., Luxembourg


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)